lunedì 29 agosto 2016

GARDEN NIGHT/ Il GIARDINO DI NOTTE


La notte nel giardino può essere un momento magico.
Il buio può essere vellutato e la luna accendere i colori, in un giardino nascosto nella 
mente, presente nei ricordi del passato si può trovare lo specchio di ogni stato d'animo, 
felicità e nostalgìa, entusiasmo e  timori.
Così nasce oggi dalle mie mani un mondo dove un nero inatteso ha sostituito
il bianco di ieri e dove rimango me stessa comprendendo ora quando usare
il bianco gentile e luminoso degli acquerelli e quando il nero e gli strati di colore
delle tecniche miste che danno voce a quella nostalgìa che abita in me.

Garden Night-RitaVaselli- mixed media on Canson 16"x14"

Night in the garden can be a magical moment.
Darkness can be velvety and  moon turns colors ...
So in a garden hidden in my mind, in memories of past
can be find a mirror of every mood, happiness and nostalgia, excitement
and fears.

Today is born from my hands a world where an unexpected black has replaced the white of  past and where I remain yet myself.
Now I understand  when to use the bright white of watercolors and when the black and colored layers of mixed media that can give expressive power to my Nostalgia.

giovedì 25 agosto 2016

FIVE YEARS/ 600 000 page views

Il mio blog che curavo con tanto amore insieme a Danilo ha sofferto dello stato delle cose....
eppure io devo tanto a questo blog e a voi amici che lo avete visitato commentato e tenuto caro....
Abbiamo avuto dialoghi,esperienze e momenti di crescita artistica ed umana.
Il mondo di Blogland è cambiato con Facebook così interattivo ma come ci si incontra qui su blogger è tuttora molto diverso.
Grazie a tutti e grazie di essere stati amorevoli con me che,pure,  poco visito i vostri blog.
Spero in un momento di maggiore comunicazione da parte mia.
Un abbraccio affettuoso, amici vicini e lontani che con la vostra presenza mi avete trasformato
 da una persona che dipingeva ogni tanto ad una persona che dipinge ogni giorno.


Acrylic on textured canvas ...here more gel effects and dripping with totally
 freedom as in watercolors techniqueVintage 2016# 1   16"x20"light 
My blog that I cared with much love, with Danilo, has suffered from the state of things ....
yet I have been so helped , from this blog, from  you friends who have visited, commented and cherished ....encouraged me to be tenacious in my practice of painting.
We had dialogues, experiences and moments of artistic and human growth.

Blogland world has changed, with Facebook so interactive but as we meet here on blogger is still very different.
Thank you all and thank you for being so kind  with me, if  I don't visit your blog yet  .
I hope at a time of increased communication with you.
A warm hug,friends near and far, because with your presence, you have turned me from a person who painted occasionally into a person who paints every day, during last five years.

mercoledì 24 agosto 2016

STORM /TEMPESTA

Pennellate saldano
 ferite sul confine
 dove io ero e tu eri

Second chance for watercolor of past year, collage and acrylics  changed totally my mood,
Storm wounds my garden, nothing can be as before...painting is mirror of my mood

















Brushstrokes weld
 wounds on the border
 where I was and you were

giovedì 11 agosto 2016

SUNFLOWERS BLUES

Face of light 
 kissing the summer sky 
 stand on  night


Sunflowers blues-Gouache on blue paper



Volto di Luce
Alzato al cielo estivo 
Sfidi la notte


giovedì 21 luglio 2016

ENZA

Ogni mattina da anni passo davanti al cancello grigio.
Adesso è serrato...ma per anni nei giorni di sole,era semichiuso.
Una donna inferma,su una sedia a rotelle,si affacciava sulla strada.
Una badante dietro di lei era seduta nel cortile fiorito...
Enza distingueva poco,solo il cambio luce ed ombra,ma voleva stare lì quasi tutto il giorno.



CIAO CIAO CIAO
Le auto passavano e lei diceva CIAO
Le biciclette passavano e lei diceva CIAO

Persone infastidite passavano senza saper rispondere a questo saluto.
CIAO CIAO CIAO.

Squillante e forte,la sua voce sembrava ancora giovane dentro il corpo malato.

Io non potevo restare indifferente.
Passando rispondevo al suo ciao.
Domande cortesi di "come sta"

Avvicinati,fatti guardare,quanti anni hai?quanti figli hai,quanti nipoti..

Enza voleva sapere di me,cogliere qualcosa del mio volto...avvicinati.
Sei bella mi disse un giorno....
Un giorno passando con Danilo davanti al cancello grigio, Enza prese coraggio
ed intervistò anche Danilo.
Avvicinati,fatti vedere,quanti anni hai...sei bello.
Guardò attentamente Danilo e poi un giorno a sorpresa mi disse...
Tuo marito è più bello di te.

Rideva Enza mentre diceva questa battuta,forse sperando in una mia reazione...
ed io le dissi,hai ragione,lui è più bello di me.

Sopratutto era in qualche modo migliore,io sono stata generosa del mio amore,ma lui di più...
perchè sono una persona difficile ed il mio percorso umano più ondivago e meno lineare.
Danilo mi accettava come ero,aspettando anche che maturassi da sola le decisioni più sagge.

Enza che non ci vedeva,aveva visto benissimo.

Uno di questi giorni da sotto il cancello grigio è spuntato un germoglio di surfinia.
Bianco...Improvvisamente...
Andando e tornando verso casa mi sento nelle orecchie la voce di Enza che non si era mai arresa ad un mondo chiuso...

Aveva tenuto fino all'ultimo una comunicazione con il mondo ristretto della malattìa,dell'infermità,di una piccola traversa laterale di una piccola città di pianura.

Rideva Enza quando mi fermavo a parlare con lei,qualche brillìo  d'oro le scintillava negli occhi,nella bocca.
Era felice come me da bambina quando al cancello del giardino,dalle inferriate potevo salutare qualcuno che poi si fermava...
Come ti chiami?
Ed io iniziavo il mio racconto...

Ciao Enza,che ti chiamavi in realtà Provvidenza,che eri nata a Palermo come i miei genitori...
forse vi siete sfiorati un attimo all'ombra della cattedrale...

Oggi i fiori bianchi che una mano in vena di ordine ha prontamente rasato,restano in questo scatto del mio telefono e continuano a salutare al tuo posto,ogni volta che esco di casa.



domenica 17 luglio 2016

NEW EYES/OCCHI NUOVI



La mia vita è tanto cambiata  che io mi trovo a guardare con occhi nuovi.





Osservo, penso e studio come integrare questi nuovi occhi nella mia pittura e nella mia vita.
Now my life has changed so much,soI find myself looking with new eyes.






I look around , I think and I study how to integrate these new eyes in my painting and in my life as a painter.



domenica 3 luglio 2016

WOODS/BOSCHI

ILBOSCO SENZA DI NOI/ PASTEL ACRYLIC INK, ON CARDBOARD/RITAVASELLI -DETAIL
SPERIMENTANDO NUOVE LIBERTA' DI COLORE E MEZZI
SEGUENDO IL FILO DELLE PAROLE

"Cammino su terra morbida
 dove il sole ricama luce
 tra le foglie,  al ritmo del vento
 e del cuore, respiri  respiro
guardo tra scie luminose farfalle
che tagliano  spazi da fiore a fiore 
respiro  respiri

non ci sono domande
non ci sono parole
respiro e  respiri accanto a me
un unico passo un unico cuore"


DETAIL OF "WOOD WITHOUT US"  RITA VASELLI  PASTEL/ACRYLIC INK
 

"I Walk on soft ground
where the sun embroiders
 light through the leaves
at pace of  wind,of heart
  I breath and you  breath
looking  bright butterflies 
cutting air in the space
 between flower and flower
You breath  and I breath

No questions,
there are no words
you breath  beside me
stepping together, one heart"



WOODS WITHOUT US/BOSCHI SENZA DI NOI- RITAVASELLI 
Experimenting mixed media to reach composition new ways to future works


RESPIRO /BREATH .....searching in  my details more composition ways to paint

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...