giovedì 24 maggio 2012

DIPINGERE DALL'IMMAGINAZIONE.

In questi giorni sto affrontando diversi lavori contemporaneamente.
Ho notato che lavorare su diversi soggetti mi rende più tranquilla. Riesco a passare dall'uno all'altro con una mentalità più capace di prendere decisioni e di fare autovalutazione.
La cosa più importante è riuscire a concludere il lavoro in tempo ragionevole, perchè poi  può succedere qualcosa per cui mi posso fermare per mesi!
Uno di questi giorni farò come Judy e vi presenterò una peonia rossa che non riesco a finire da  15 mesi!
Chissà che non riesca a risolvere il mio problema compositivo con un brainstorming di amici bloggers!

La fase finale dell'acquarello presentato nel post dell'11 maggio
Cesto di frutta - Acquarello di Rita Vaselli 40x28 cm. Fabriano5 300 gr.
Mentre  continuo a dipingere le  ciliegie con la zuccheriera vintage ,ho portato a termine due still life di pere che sono state create un po' guardando la frutta dal vero  ed un po' immaginandola.
Mi ricordo della frutta tenuta all'ombra, negli angoli freschi della casa, con dei tovaglioli non più adatti alla tavola. I bucati prima della lavatrice non erano teneri con le fibre ...e gli oggetti sciupati venivano usati fino in fondo, in situazioni più umili... fino a diventare stracci per la polvere!
Anche il più bel lino di Fiandra lavato  e rilavato  a temperature bollenti , finiva così!
Questi cesti erano di vimine, ovali e con un accenno di manici ai lati. Da nuovi contenevano la biancheria da  stirare e poi le pile ordinate della stessa biancherìa, prima di essere riposta, sempre con rigore, nell'armadio.
Io da bambina osservavo questi gesti precisi, questi usi della casa e ...mi ricordo di tanti altri cesti che viaggiavano  (prima della plastica) per gli usi più diversi,il penultimo dei quali in ordine di logorìo, era contenere le scorte di frutta, prima di finire (ultimo!) usati per il giardino.

Insieme - Acquarello di Rita Vaselli 28x20 - Fabriano 300 gr.

C'era un sottoscala in questa casa dove ho abitato da molto piccola che, posto tra cucina e sala da pranzo, aveva la funzione dell'odierno piano basso del frigorifero.
Idealmente le mie pere stanno lì, nella casa di Via Primo Maggio a Lido di Camaiore: la mia passione era mangiarle con il formaggio...e mi piace tuttora.
Potrei dipingere, con il formaggio e qualche acino d'uva un nuovo tipo di still life!

25 commenti:

  1. I love both pear paintings, Rita! The colors are fantastic! Pear and cheese (blue cheese like gorgonzola) are a wonderful combination!
    I love to see the red peony!

    RispondiElimina
  2. You'll soon see the peony! Thanks for your kind words and the suggestion of gorgonzola!

    RispondiElimina
  3. Formaggio con le pere dicono che sia una prelibatezza da veri signori
    Un abbraccio e la tua immaginazione è stile! Buon venerdì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il formaggio è sempre buonissimo,difficili da trovare buone le pere che vengono vendute allo stadio marmoreo e raccolte troppo acerbe!Così aspettando che maturino a volte passano allo stadio dell'immangiabilità senza maturare davvero. Questo dà il tempo di dipingerle e di immaginarsi quelle di "antan"!!!Ciao,Simo e buona giorbata anche a te!

      Elimina
  4. Le pere sono un bel soggetto, e qui sono perfette. Ricordi, ne ho anch'io molti. Sono solo flash perche sono veramente "antichi":ad esempio mi ricordo il lavaggio dei panni prima dell'avvento delle lavatrici. Enormi mastelli metallici con coperchi bollivano sul gas ... e le ghiacciaie oggetti per me veramente misteriosi, la fabbrica del ghiaccio. Sarebbero oggetti stupendi da copiare oggi!

    RispondiElimina
  5. Caro Mario,abbiamo fatto in tempo a guardare le ultime tracce di un mondo.
    La ghiacciaia e l'uomo del ghiaccio che tagliava i pezzi portandoli avvolti nelle coperte,nell'estate del Lido.Le fette di cocomero messe in fresco e al pomeriggio interrompendo i lavori la merenda.La guerra era ancora così presente nei ricordi che davanti ai piatti pieni la gioia era incredibile ed il senso di festa legato al cibo!Una visita con la zia a prendere il ghiaccio alla fabbrica l'ho nei miei ricordi!Quante ispirazioni,i pennelli ti aspettano,Mario!

    RispondiElimina
  6. The colors are fantastic Rita, well done! :)
    Hugs

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello Mari.Thanks for your comment...WE both love use daring colors!

      Elimina
  7. Rita these are so beautiful. I love the colours and the way you just let everything blend. So much here for me to learn from. Thank you for showing us your wonderful work.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello Laura!These watercolors are done with the idea of ​​using the gesture to paint so the color and the technique are instinctive!
      If you are interested try do it on a paper not all cotton (50 and 50 cotton cellulose, almost every factory produces these sheets for painting)
      The presence of all cotton no lets flow the gesture and color, while the whole pulp, at each step of water is washing away.
      Half and half is a good balance!Have nice week end!

      Elimina
  8. Ciao Rita, sbaglio se dico che il tuo "modo" di dipingere ed interpretare un soggetto sta evolvendo, secondo me alla grande in senso positivo. Trovo che l'interpretazione di queste pere sia assolutamente originale, di grande impatto e molto moderna. Bravissima! Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tito!Sono contenta della tua osservazione,non sai quanto apprezzo perchè qui a Voghera non ci sono amici acquarellisti da poter avere pareri !Buon fine settimana(senz'acqua nè vento,nè terremoti!).

      Elimina
  9. Bello!! buona giornata e felice week end...ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,Giancarlo.Mi piace che passi ogni tanto!io ti leggo ed apprezzo l'arte visuale delle tue foto!

      Elimina
  10. hallo rita,
    beide bilder wieder sehr ansprechend - ich mag deine art zu malen sehr gerne, vor allem deine farbwahl ist echt klasse
    schöne pfingsten und lieben gruß
    maria

    RispondiElimina
  11. Dear Maria,happy feast you too!
    I'm glad you like the choice of colors! It took me years to do it!
    This choice the strong or dark color also has been a real struggle!Greetings.Rita.

    RispondiElimina
  12. Hello Rita:) I can see you enjoyed painting the pears! I love the way you painted the 2nd and 3th row in the first painting. The second painting is very loose painted. Beautiful!!

    RispondiElimina
  13. Hello Renate! There is for me a traditional wave of pears each year and then cherry ... maybe until next year there will be other pears!

    RispondiElimina
  14. Wow, was für herrliche Arbeiten. Kompliment;-)

    RispondiElimina
  15. Bello il dipinto del cesto di frutta! Mi piacciono i colori e la composizione. Anche io mi ricordo da bambina cestini vari appesi dai balconi che scendevano e salivano con tante cose dentro: pane, pesce, frutta. Questa e' una cosa cosi' tipica Italiana del Sud. Qui a New York non si vedrebbe mai un cestino da un grattacielo! :) Buon fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Loredana,io avevo dei parenti nel sud ed ho visto fare ai cesti... cose mirabolanti!Comunque era un ottimo metodo per non fare troppe volte le scale data la mancanza di ascensori!E poi quei bei dialoghi tra venditore e cliente urlati dalla strada ai piani alti...il tirare sul prezzo,il vantare la merce mentre il cliente cercava di denigrare... vedo un mondo che è scomparso oppure basta tornare in certi luoghi e c'è ancora?non saprei dirlo.
      Buona domenica!!!

      Elimina
    2. Cara, si' c'e' ancora. Sono andata in vacanza a Salerno il Settembre scorso ed ho visto fare ai cesti. Pero' non tra venditore e cliente ma tra parenti e amici! Qualcuno si dimentica una cosa e un'altro la metteva nel cestino invece di salire le scale! Buona Domenica! :)

      Elimina
  16. This is very special, great color, love your looseness and most of all the stories. Cheese with pears quite classical.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hello,Nelvia and thanks for your kind words!They say that when you paint a different side of the brain works ... and here the memories (of colors
      flavors places and people) are great!

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...